Omelia Della Domenica

Domenica 04 Giugno 2023

Breve Omelia di Fra Moreno

Riflessione Di Fra Prosper

Solennità della Santissima Trinità, domenica 4 giugno 2023.

Cari fratelli e sorelle,

Celebriamo oggi la solennità della Santissima Trinità.

Dopo aver accolto lo Spirito Santo nella Pentecoste, oggi contempliamo il mistero del Padre, del Figlio e dello Spirito: Dio Uno e Trino.

La Trinità è mistero altissimo, perché insondabile all’intelligenza umana. E, forse per questo, un giorno il Vescovo S. Agostino cammina sulla riva del mare. Egli era immerso in profondi pensieri perché stava componendo un suo famoso trattato sulla Trinità, nel quale si sforzava d’approfondire il grande mistero. Ad un tratto s’accorse che a breve distanza da lui v’era un bimbo, che con una conchiglia attingeva l’acqua dal mare e la trasportava in una piccola buca, che aveva scavata nella sabbia.

– Che fai, bimbo? – domandò S. Agostino. – Voglio vuotare il mare e metterlo in questa buca, – rispose il bambino.

–                Ma non vedi che è impossibile? Il mare è così grande e la buca così piccola!

–                 Agostino, e come potrai tu, piccola creatura della terra, con la tua limitata intelligenza comprendere un mistero così alto, quale quello della SS. Trinità? Sappi che è più facile mettere tutta l’acqua del mare in questa buca che comprendere il mistero della SS. Trinità!

Ciò detto, il piccolo scomparve. Egli era un Angelo del Cielo.

Eppure si tratta del mistero fondamentale della religione istituita da Cristo. Cristiani, noi viviamo nella Trinità. Tutta la nostra vita è orientata verso la Trinità. Il buon cristiano inizia la sua giornata nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo:

     Dal battesimo alla morte la nostra esistenza è contrassegnata dal sigillo della Santissima Trinità.

—     La preghiera liturgica è sempre orientata alla Santissima Trinità.

—     Chi vive la liturgia della Chiesa si accorge che il nostro tempo e tutte le nostre liturgie sono segnate dal mistero trinitario.

Il mistero della Santissima Trinità è il mistero dell’inabitazione del Dio Uno e Trino, per il quale, l’uomo, non solo entra in relazione con Dio e lo conosce, ma diventa sua dimora. Tutto ciò, realmente, accade nella vita di ogni uomo, se questi si lascia attirare e conquistare dal Mistero del Dio vicino e solidale, che è Padre ricco di misericordia, che è Figlio, per noi morto e risorto, che è Spirito, il quale genera comunione e spira amore.

Nel battesimo la vita di ognuno di noi è iniziata nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo; e ogni altra tappa decisiva per la vita cristiana come il matrimonio, il sacerdozio e la consacrazione religiosa è sempre avvenuta nel nome della santa e beata Trinità.

Nella professione della nostra fede affermiamo:

─      Credo in Dio padre onnipotente creatore del cielo e della terra…

─      Credo in Gesù Cristo suo unico figlio, generato non creato della stessa sostanza del Padre…

─      Credo nello Spirito Santo che procede dal Padre e dal Figlio…

  1. Il Padreè il principio senza principio, Colui che non è mai stato creato da nessuno. Esiste da sempre: è l’eterno esistente. L’origine originante di tutto ciò che esiste.
  2. Il Figlioè la seconda Persona perché procede dal Padre. E’ il Verbo o Logos. Il Figlio procede dalla conoscenza che il Padre ha di se stesso, e quindi è la Sapienza del Padre.
  3. Lo Spirito Santoè la terza Persona perché procede dall’amore reciproco del Padre e del Figlio, e quindi è il dono delle prime due Persone fatto a noi.

La festa della Trinità è l’esplosione della bellezza e della novità di Dio. Gesù svela che il Volto di Dio è amore, festa, amicizia, comunione, famiglia! La festa della Trinità riporta tutti al fondamento della fede, alla scoperta di quel Dio che è amore e che crea l’uomo a Sua immagine e somiglianza. La Sua impronta, la sua immagine è in tutti noi!

Oggi adoriamo l’unico Dio in tre persone.

Lo adoriamo come creatore e Signore, come Redentore nostro e lampada che rischiara il cammino dell’umanità e di ciascuno di noi.
Soprattutto adoriamo colui che vive in noi e ci santifica nel suo amore di Padre nel Figlio suo Gesù Cristo e nello Spirito Santo.

Sia lodato Gesù Cristo!

Fr Prosper